Agevolazioni fiscali

Ricorda che lo Stato ripaga la tua generosità! Tutte le donazioni all’Associazione Aquerò godono di benefici fiscali, devi solo scegliere se dedurre o detrarre l’importo donato.
A seconda della normativa applicata alle donazioni effettuate a favore di una ONLUS, le agevolazioni previste sono infatti differenti.
 
Sei una persona fisica? Scegli se:
♦ detrarre dall’imposta lorda il 26% dell’importo donato, fino ad un massimo di 30.000 euro (art.15, comma 1 lettera i-bis del D.P.R. 917/86);
♦ dedurre dal tuo reddito le donazioni, in denaro o in natura, per un importo non superiore al 10% del reddito complessivo dichiarato e, comunque, nella misura massima di 70.000,00 euro annui (Decreto Legge 35/05 convertito in Legge n. 80 del 14/05/2005).
In alternativa, in base al regime fiscale applicato alle erogazioni liberali alle ONG, hai un’altra possibilità:
♦ dedurre dal tuo reddito le donazioni per un importo non superiore al 2% del reddito complessivo dichiarato (art. 10, comma 1 lettera g del D.P.R. 917/86);

Se non sai qual è la soluzione più adatta a te, rivolgiti al tuo consulente di fiducia o al tuo CAF. E non dimenticare di conservare:
◊ la ricevuta di versamento, nel caso di donazione con bollettino postale;
◊ l’estratto conto della carta di credito, per donazioni con carta di credito;
◊ l’estratto conto del tuo conto corrente (bancario o postale), in caso di bonifico o SDD (ex RID).
N.B. Le agevolazioni fiscali non sono cumulabili tra di loro. Le donazioni in contante non rientrano in alcuna agevolazione.

 
Sei un’impresa? Allora puoi:
♦ dedurre dal reddito le donazioni per un importo non superiore a 30.000,00 euro o al 2% del reddito d’impresa dichiarato (art.100, comma 2 lettera h del D.P.R. 917/86);
♦ dedurre dal reddito le donazioni, in denaro o in natura, per un importo non superiore al 10% del reddito complessivo dichiarato e comunque nella misura massima di 70.000,00 euro annui (art. 14, comma 1 del D. L. 35/05 convertito in legge n. 80 del 14/05/2005).
Non dimenticare di conservare:
◊ la ricevuta di versamento, nel caso di donazione con bollettino postale;
◊ l’estratto conto della carta di credito, per donazioni con carta di credito;
◊ l’estratto conto del tuo conto corrente (bancario o postale), in caso di bonifico SDD (ex RID).
N.B. Le agevolazioni fiscali non sono cumulabili tra di loro. Le donazioni in contante non rientrano in alcuna agevolazione.

Se hai bisogno di maggiori informazioni, non esitare a scrivere una e-mail a: info@associazioneaquero.org

Inoltre devi sapere che nel mese di agosto 2016 il Parlamento italiano ha approvato la legge n.166:

Disposizioni concernenti la donazione e la distribuzione di prodotti alimentari, farmaceutici, di abbigliamento ed altro ai fini della solidarietà sociale e per la limitazione degli sprechi.

Grazie a tale legge è possibile donare anche prodotti alimentari in via di scadenza o non più idonei alla commercializzazione per ragioni estetiche.
 
L’Associazione Aquerò da tempo porta avanti un progetto per i bambini indigenti nelle città di Iasi e di Chisinau e invita tutti coloro che possiedono un’azienda, anche a carattere familiare, a mettersi in contatto con noi via email: info@associazioneaquero.org per eventuali donazioni. L’Associazione provvederà a fornire la necessaria documentazione per poter usufruire delle agevolazioni fiscali previste dalla legge italiana.